I 5 migliori documentari di sport su Netflix
valley-uprising.jpg
Stufo dei soliti cinepanettoni? Ecco i 5 migliori documentari di sport disponibili su Netflix per rianimare le tue vacanze!

Non esistono solo i film di Natale, i cartoni Disney e i cinepanettoni. Durante i prossimi oziosi giorni di vacanza potrete permettervi di frugare distrattamente tra i titoli di Netflix, e troverete questi 5 documentari straordinari. Dal baseball all'arrampicata, dall'ippica al doping, passando per ultratrail impossibili. Sport da divano, vietato perdervelo.


 

1) Valley Uprising

A partire dagli anni cinquanta le cime della Yosemite Valley sono diventate uno dei centri nevralgici della controcultura americana. Beatnicks e vagabondi vi trovarono la scenografia ideale per uno stile di vita fieramente opposto al consumismo, praticando l'arrampicata come sintesi perfetta di libertà e tensione verso l'assoluto. La valle fu un luogo di grandi sfide tra modi diversi di concepire le scalate, tra la società borghese e la ricerca della libertà, ma soprattutto fu il luogo della sfida con se stessi.

 

Regia di: Peter Mortimer, Nick Rosen

Anno: 2014

( Source: www.mymovies.it )

2) The Battered Bastards of Baseball

La storia, vera e rocambolesca, dei Portland Mavericks, sconclusionata squadra di baseball fondata dall'attore Bing Russell negli anni '70.

Un giorno per loro arrivò il successo: dopo aver perso il suo leader, Bing Russell, che si diede alla carriera Hollywoodiana, la squadra decise di continuare a calcare i campi di gioco fuori dal circuito di serie A, spinta solo dallo spirito di squadra e dalla voglia di giocare. Il documentario di Way e Chapman racconta proprio questo percorso cogliendo e comunicando, così, il vero significato dell'amore per il gioco.

Regia di: Maclain Way, Chapman Way

Anno: 2014

3) Icarus

Icarus, il  documentario sullo scandalo del doping nello sport russo diretto da Bryan Fogel e prodotto da Dan Cogan, ha vinto il premio Oscar per il miglior film documentario dell'anno. Insieme agli articoli di giornale e alle indagini, Icarus è stato uno dei resoconti più completi e accurati sullo scandalo che ha portato alla storica esclusione della Russia dalle ultime Olimpiadi, ma era stato ideato per essere tutt'altra cosa.

Fogel, che è un ciclista amatore, aveva infatti iniziato a lavorare a un film che documentasse il suo tentativo di doparsi: si era messo in contatto con il medico Grigory Rodchenkov, capo del laboratorio antidoping russo, e intendeva raccontare quanto fosse facile assumere sostanze illecite e scoprire se sarebbero state in grado di migliorare le sue prestazioni. Le cose, poi, hanno preso una piega diversa.

Regia di: Bryan Fogel

Anno: 2017

4) The Barkley Marathons: la gara che divora la sua prole

Una snervante gara ispirata da una storica evasione mette a dura prova la tempra e la tenacia dei partecipanti. Saranno in tanti a partire, ma pochi ad arrivare. Nei suoi primi 25 anni di esistenza solo 10 persone hanno hanno concluso la Barkley Marathon. L'inventore Gary “Lazarus Lake” Cantrell è un personaggio strano, imprevedibile e irresistibile come l'evento idiosincratico che ha creato. Con un processo di applicazione segreta, ora di inizio sconosciuta e terreno insidioso, il Barkley ha guadagnato lo status di setta con ultra-runner e amatori allo stesso modo. Questo documentario pluripremiato, stranamente stimolante e incredibilmente divertente ti invita al segreto più custodito del mondo dello sport; dove il dolore ha valore, il fallimento è spettacolare e costa solo $ 1,60.

Regia di: Annika Iltis, Timothy James Kane

Anno: 2014

5) Harry and Snowman

Harry de Layer aveva fatto tardi quel giorno: era arrivato quando le aste dei cavalli erano già quasi terminate ed i soli soggetti rimasti erano gli scarti degli altri compratori. Ma doveva trovare un cavallo per il suo maneggio, adatto agli allievi più inesperti e lo sguardo gli cadde su un grigio trotinato dai grandi occhi dolci. Si chiamava Snowman, aveva 8 anni e aveva tirato l'aratro fino a quando il suo proprietario non aveva deciso di disfarsene, e lo aveva messo in vendita. Snowman stava per essere mandato al macello, ma a Harry se lo portò a casa per 80 miseri dollari.

Il grigio si dimostrò un fantastico cavallo per i bambini, non c'era nulla che lo spaventasse ed era totalmente incapace di fare scherzi pericolosi. La sua fama di cavallo buono gli procurò parecchi fan, tra cui un vicino dei de Layer che lo comprò per i suoi ragazzi. Qui si rivelò un altro talento segreto di Snowman: era un gran saltatore, tanto che evase dalla proprietà vicina e rientrò nella sua vecchia scuderia come se niente fosse, beffandosi di tutti gli steccati che aveva trovato nel mezzo. Harry a questo punto lo montò in salto ostacoli, dove Snowman fece scintille: non solo saltava tanto, ma era anche estremamente sicuro ed affidabile. Non rifiutava, non scartava, non si fermava: semplicemente saltava qualsiasi cosa gli mettessero davanti, con la stessa buona volontà con cui aveva tirato l'aratro in gioventù.
Visse sino a 26 anni, sempre con la sua famiglia: un cavallo da 80$ che vinse un sacco di gare, e aveva anche un cuore d'oro.

Regia di: Ron Davis 

Anno: 2016

( Source: www.cavallomagazine.it )

CONTACT   MEDIAKIT   STOCKISTS

© Athleta Magazine / Athleta Magazine is created by Rise Up Studio